“Trans Am Totem”» e “Spindle”, l’arte di impilare le auto

Tra le trafficatissime strade Quebec Street e Pacific Boulevard a Vancouver (Canada), si può ammirare una scultura di 10 metri di altezza e 11.340 chili composta da cinque macchine impilate una sull’altra e poggiate sul tronco di un grande albero.

L’opera d’arte, intitolata “Trans Am Totem”, è stata ideata dall’artista Marcus Bowcott ed è stata presentata nell’aprile del 2015.

l'arte di impilare le auto

Le auto che compongono questa scultura sono: una BMW serie 700, una Honda Civic, una Volkswagen Golf Mk1 Cabriolet e una Pontiac Trans Am del 1981 post sulla vetta della pila. Tutti i veicoli sono stati donati da un deposito locale di rottamazione auto. Bowcott ha rimosso i motori e le trasmissioni per ridurre il peso, quindi li ha poggiati sopra il grosso tronco di un cedro antico proveniente dal sud dell’isola di Vancouver. Di notte, i fari e le luci posteriori dei veicoli parzialmente frantumati, sono illuminati grazie all’utilizzo di batterie ad energia solare.

l'arte di impilare le auto

Secondo l’artista, i materiali e gli oggetti che compongono “Trans Am Totem” sono espressione dei 150 anni di storia del luogo . Prima dell’arrivo dell’industria pesante, questo sito era solo una foresta di cedri centenari. Successivamente, False Creek divenne un’area industriale di segherie.

l'arte di impilare le auto l'arte di impilare le auto

La scultura “Trans Am Totem” non è l’unica nel suo genere. Nella città di Berwyn, in ‘Illinois, fino all’anno 2.008 si poteva ammirare un’altra opera composta da auto impilate denominata Spindle. Più specificamente, si trovava nel parcheggio di un centro commerciale. La scultura era composta da otto auto impilate su un piedestallo. Comprendeva una Volkswagen, una BMW, un paio di Ford, una Pontiac e due Mercurys.

l'arte di impilare le auto

Sebbene sia stata un simbolo di Berwyn per due decenni, non tutti gli abitanti della città apprezzavano quest’opera. Solo un anno dopo la sua costruzione nel 1989, i residenti di Berwyn chiamati a un referendum, votarono a stragrande maggioranza a favore dell’eliminazione . Solo il sindaco di Berwyn difese la scultura, ritenendola “un’icona nella comunità”.

l'arte di impilare le auto

Quando David Bermant, il proprietario del centro commerciale che ospitava l’opera, morì nel 2000, l’opera perse uno dei suoi principali difensori, la scultura fu demolita e rimpiazzata da un negozio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: