L’arte di strada “eyebombing” ovvero come rendere simpatico l’arredo urbano

L’arte di strada denominata “eyebombing”, consiste nell’ “attaccare gli occhi di google” praticamente su tutto ciò che si trova lungo le strade delle città per renderle più allegre e per far sorridere le persone.

Il movimento “eyebombing” nasce dalla fantasia di due artisti urbani danesi. La premessa è semplice: combattere la monotonia umanizzando l’arredo urbano con occhi finti e suscitare un sorriso tra gli abitanti delle città. Non si tratta di atti di vandalismo, ma di una divertente espressione artistica.

In Bulgaria, questa arte di strada ha raggiunto livelli di tutto rispetto. Il merito è dello street artist Vanyu Krastev, che dimostra di avere veramente l’occhio per questo tipo di trasformazioni!

Da alberi e lampioni a bidoni della spazzatura e macchie sul marciapiede, Krastev sta dimostrando che anche le cose più banali possono essere rese più interessanti con due occhi finti e un po’ di immaginazione.

“Col passare del tempo e con la pratica ho acquisito un certo talento” spiega in un’intervista Vanyu Krastev .” Adesso non ho nemmeno bisogno di fare ricerche specifiche intorno a Sofia. Le” piccole creature” è come se mi cercassero.

“Il mio miglior “eyebombing” è su cose che sono “rotte, spezzate, perforate, ingarbugliate, sgretolate o contorte”.

Maggiori informazioni: eyebombing.bg | Instagram

 

Arte di strada eyebombing

Occhi finti su vaso

Arte di strada eyebombing

Occhi finti sui pali

Arte di strada eyebombing

Occhi finti su paletto

Arte di strada eyebombing

Occhi finti su ciotoli

Arte di strada eyebombing

Fonte: boredpanda

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: