L’artista crea dei diorami, cioè ambientazioni in scala ridotta, per rivivere i suoi ricordi e lo fa con una cura dei dettagli che ti stupiranno

Più grande non significa necessariamente migliore, e l’artista malese di 51 anni, Eddie Putera, lo dimostra con i suoi straordinari diorami in miniatura. Putera unisce il suo talento alla modellazione in miniatura alla fotografia per creare scene così dettagliate che è difficile credere che siano tutte mini versioni di oggetti fatti a mano, e non una normale fotografia still life. Alcune produzioni richiedono meno di una settimana per essere completate e Eddie dice che a volte riesce a completarne  5 o 6 in un mese.

Eddie Putera ha sempre una storia da raccontare e farlo attraverso i diorami in miniatura gli è sembrato  il modo perfetto per visualizzare quei racconti. Ha costruito il suo primo diorama circa 3 anni fa dopo aver compreso che i soggetti delle sue opere hanno bisogno di un background fisico per esprimere fino in  fondo la loro storia e il loro contesto. Alcune delle sue miniature si basano esclusivamente sui suoi ricordi e sono un modo per onorare e rivivere momenti del suo  passato. Alcune produzioni risultano più difficili rispetto ad altre poiché alcune ambientazioni  non esistono più nel mondo reale, quindi deve chiedere aiuto alla sua famiglia o fare del suo meglio per ricordare i particolari.

L’attenzione ai dettagli e la possibilità di ricreare varie trame e oggetti rendono i suoi diorami estremamente realistici, quindi non c’è da meravigliarsi se il suo scrupoloso lavoro ha attirato l’attenzione della gente. L’artista non vende solo le opere nate dalla sua ispirazione, ma accetta anche richieste particolari. Le persone le comprano per lo più per fare regali.  In un’occasione, racconta Putera,  un cliente mi ha chiesto di ricreare il villaggio di suo nonno e la sua vecchia auto Volkswagen. “Il cliente lo regalò a suo nonno il giorno del suo compleanno e si commosse sino alle lacrime”.

Maggiori informazioni: Instagram

Autore dell'articolo: Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *